CALL

GENOVA DESIGN WEEK

23-27 maggio 2019 GENOVA

CALL Design week 2019


1. Le esposizioni
La Design Week Genova 2019 sarà divisa in tre sezioni:

Sezione A - le attività commerciali del settore, eccellenze della nostra città, invitate direttamente da DiDe APS, esporranno nei grandi atrii e cortili dei palazzi storici presenti all’interno del Distretto del Design.
Sezione B - i singoli designer che risponderanno alla nostra call esporranno le loro realizzazioni in due possibili collocazioni:
B1: nelle vetrine di attività commerciali e altri spazi espositivi individuati all’interno del Distretto (l’abbinamento della location con ogni oggetto esposto sarà decisa esclusivamente da DiDe APS, il cui giudizio sarà insindacabile).
B2: negli atrii di dimensione più contenuta e in locali attualmente non locati ma puliti e sgombri, gentilmente concessi dai relativi proprietari.
Si precisa che per questo tipo di esposizione, negli orari di apertura della manifestazione, è richiesto il presidio personale dello spazio espositivo da parte dell’aggiudicatario.
Sezione C - gli studenti del dAD (Dipartimento di Architettura e Design) insieme ai giovani designer già laureati ma in qualche modo patrocinati dallo stesso dAD, esporranno in un unico luogo presentando una collettiva dei loro prototipi.


2) Come partecipare
I partecipanti dovranno inviare a dide.genova@gmail.com due immagini di uno o più oggetti di design d’arredo e/o complemento, disegnati e già realizzati anche sotto forma di prototipo, allegando alla mail un breve curriculum e un testo sintetico che illustri il progetto.
Le immagini dovranno pervenire in formato PDF o Jpeg (300 dpi), il profilo del progettista in formato Word e PDF (500 battute spazi inclusi) e il testo che illustra il progetto non dovrà superare le due cartelle in formato A4, solo facciata (circa 3.500 battute, spazi inclusi).

>>> Scadenza per la sottomissione: 18 Aprile 2019


3) Costi di partecipazione ed esposizione
a) Costo di partecipazione: € 100,00 ad “oggetto”.
(Come “oggetto” si intende un oggetto singolo o un insieme coerente di oggetti della stessa serie che non occupino più di 1 (uno) mq di superficie). La quota sarà dovuta solo dopo l’ammissione dell’oggetto/progetto/prototipo da parte di DiDe APS e darà diritto, senza ulteriori costi, all’esposizione nelle location indicate dall’Organizzazione con le modalità previste nella sezione B1.
Il progettista dovrà occuparsi della consegna dell’opera e del relativo ritiro a fine esposizione. Dovrà altresì curarne l’installazione e, se previsto, il suo corretto funzionamento.
b) Costi aggiuntivi di esposizione
Per l’esposizione dei progetti ammessi riportanti la richiesta di collocazione nella sezione B2 sono previsti ulteriori costi che variano a seconda della posizione e della dimensione degli spazi espositivi che il progettista potrà scegliere tra quelli proposti dal Comitato Organizzatore di DiDe APS.
Gli interessati potranno richiedere maggiori informazioni e il materiale illustrativo relativo ai suddetti spazi espositivi, scrivendo a dide.genova@gmail.com e in caso di scelte coincidenti vale il principio che premia chi sceglie prima.

4) Selezione e ammissione
Il Comitato Organizzatore della Genova Design Week 2019 si riunirà il giorno 19 Aprile 2019 per selezionare - con giudizio insindacabile - le richieste pervenute e comunicherà i risultati di tale selezione, via mail, entro il 22 Aprile 2019.


5) Pagamento
I progettisti selezionati dovranno eseguire il versamento di € 100,00 ad “oggetto” a convalida dell’ammissione, cui seguiranno le procedure di posizionamento per l’esposizione in ragione della scelta operata in fase di domanda (Sezione B1 o B2).
Le modalità di pagamento saranno dettagliate nella mail di comunicazione dell’ammissione alla Genova Design Week 2019.
Il pagamento dei costi aggiuntivi collegati alla richiesta di esposizione nella Sezione B2 avverrà immediatamente dopo la quantificazione di tali costi, successiva alla scelta dello spazio dove collocare l’opera.

6) Consegna
Oggetti e progetti dovranno pervenire entro il 15 Maggio 2019
all’indirizzo che verrà indicato dall’Organizzazione nella lettera di ammissione.
Spese di trasporto ed assicurazione sono a carico dei partecipanti.

7) Restituzione degli oggetti ammessi
Gli oggetti esposti dovranno essere ritirati personalmente dal partecipante o da suo incaricato munito di delega e le esposizioni andranno smontate al termine dell’esposizione concordando modalità e tempi con la Segreteria organizzativa.
I partecipanti che faranno pervenire i loro oggetti tramite corriere espresso, dovranno, a proprie spese, riferirsi allo stesso per prenotarne il ritiro.
Le opere che non saranno ritirate entro i tempi concordati, si intenderanno donate come lascito a DiDe APS.

8) Liberatoria
Gli organizzatori, pur avendo la massima cura delle opere ricevute, non si assumono alcuna responsabilità per eventuali danni di trasporto, manomissioni, incendio, furto o altri eventuali danneggiamenti durante il periodo della manifestazione, dalla consegna al ritiro degli oggetti (magazzinaggio, esposizione, eventuale giacenza post manifestazione).
Ai progettisti e alle aziende partecipanti è interamente demandata (e raccomandata) la stipula di specifiche assicurazioni contro tutti i danni che le opere potrebbero subire.

9) Immagini degli oggetti e delle esposizioni
La manifestazione sarà largamente pubblicizzata in ambito locale e nazionale e, a tal fine, ciascun progettista - garante dell'originalità dell'opera che presenta - cede all'organizzazione, senza corrispettivo alcuno, i diritti di riproduzione, esposizione, pubblicazione, con qualsiasi modalità, nessuna esclusa, delle proprie opere. DiDe APS, nel pieno rispetto del diritto morale d'autore, eserciterà tali diritti per tutte le attività istituzionali di comunicazione inerenti alla manifestazione.

10) Accettazione delle condizioni
I designer e le aziende del settore, partecipando alla 2^ Genova Design Week - Esposizione diffusa di oggetti di design, accettano esplicitamente tutte le norme contenute nel presente regolamento, nessuna esclusa e in particolare le clausole 4) 5) 8) e 9) della presente call.


11) Privacy
Le informazioni custodite nel nostro archivio verranno utilizzate per la partecipazione all’esposizione e per l'invio del materiale informativo. Ciascun candidato autorizza espressamente DiDe APS, nonché i suoi diretti delegati, a trattare i dati personali trasmessi ai sensi della nuova normativa sulla privacy del Regolamento EU 2016/679 (GDPR), anche ai fini dell'inserimento in banche dati gestite dalle persone suddette. È prevista la possibilità di richiederne la rettifica o cancellazione, come previsto dalla tutela dei dati personali. Ogni trattamento è finalizzato alle attività di cui sopra e viene effettuato con strumenti manuali, informatici e telematici, con logiche di organizzazione ed elaborazione atte a garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure previste dalle disposizioni vigenti.




Per ulteriori info scrivere a dide.genova@gmail.com


CALL Design week 2019

II^ EDIZIONE DELL'EVENTO DEDICATO AL DESIGN

Il centro storico tra arte e architettura

LA DESIGN WEEK E' UN' INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE DIDE - DISTRETTO DEL DESIGN DI GENOVA

Contact


  • Piazza Giustiniani, 16123, Genoa, GE, Liguria, Italy
  • Piazza Giustiniani

about


about
Manifesto DiDe_Distretto del Design di Giustiniani & dintorni - Genova  

Lo abbiamo chiamato DiDe - Distretto del Design di Giustiniani e dintorni. A indicare quella parte bellissima e un po’ nascosta della città – la “rive gauche” – dove il fiume è via San Lorenzo ed il confine estremo è il mare. Dal nucleo centrale intorno a piazza dei Giustiniani – dove già operano aziende di design, arte e moda – vogliamo “contaminare” altre attività, nuovi spazi ed iniziative con la cultura del progetto, significato ampio ed inclusivo per la parola “design”. Lo stesso DiDe - Distretto del Design Genova è un progetto: il rilancio di un pezzo prezioso del Centro Storico che, con i suoi vicoli ortogonali, rivela l’antica città romana. Una scommessa per rispondere all’incuria, al degrado urbano e sociale, alla rassegnazione, per coinvolgere tutti quei soggetti che nella progettualità creativa individuano la modalità efficace di reagire alla lunga crisi economica. Se design è cultura del progetto, l’invito a portare un contributo è dunque estendibile a chi offre accoglienza, ristoro e cibi curati, a chi confezione con garbo scarpe, abiti e camicie su misura, agli studi professionali, alle antiche botteghe, a teatri, scuole, Università del distretto, agli esercizi che si rinnovano nella qualità dell’offerta ai clienti. A tutti coloro, imprese, artigiani, professionisti, istituzioni e singoli cittadini che non rinunciano a pensare in modo creativo al proprio operare. Chiediamo educazione, rispetto delle regole di convivenza civile, voglia di impegnarsi nel realizzare iniziative a orgogliosa tutela della bellezza dei luoghi antichi dove si vive e lavora.
This site was built using